OSLA propone al turismo di compiere il salto: da collaborazione a partnership pubblico-privato

Tu sei qui

3 Agosto 2018

Un rinnovato spirito collaborativo ha caratterizzato l’incontro che OSLA e le altre associazioni di settore hanno avuto con la Segreteria di Stato e l’Ufficio Turismo a seguito della conclusione di Timeline, evento che ha raccolto consensi unanimi, e in previsione della concretizzazione del Piano Strategico per il Turismo.

In tale occasione, OSLA ha posto sul tavolo una riflessione sulla forma e sulle modalità di collaborazione su eventi e iniziative promozionali fra le associazioni, da una parte, e la Segreteria di Stato e l’Ufficio Turismo, dall’altra. La logica auspicata da OSLA è quella della Partnership Pubblico-Privato con l’avvio di un processo collaborativo, su precisi obiettivi fondanti, grazie al quale massimizzare i risultati e limitare la burocrazia, le difficoltà e le possibili inefficienze della pubblica amministrazione. 

Il coinvolgimento delle associazioni a livello di programmazione, governance e comunicazione su selezionati eventi porterebbe ad un clima di fiducia certamente favorevole alle iniziative, garantirebbe una conoscenza diffusa e la partecipazione del tessuto economico, assicurerebbe il supporto organizzativo necessario agli uffici pubblici e il monitoraggio dei risultati e delle percezioni.

OSLA è consapevole che la messa a regime di forme di partnership pubblico-privato rappresenta in questo momento un cambio di passo notevole nelle relazioni fra le parti; allo stesso modo è consapevole che il salto chiesto al Turismo dovrebbe essere compiuto anche dalle associazioni, per assicurare le professionalità e le competenze necessarie al successo degli obiettivi comuni. 
Un vero progetto imprenditoriale, per certi versi sancito anche dal Piano Strategico per il Turismo, su cui OSLA è pronta a scommettere.